ODR: risoluzione online delle controversie requisito per e-commerce in UE

Anche questa normativa sottolinea come la comunità europea pone sempre più attenzione al commercio online, creando strumenti e obblighi, che a prima vista sembrano inutili, per aiutare il potenziale cliente ad acquistare sullo store online.
A prima occhiata questo sembra il nuovo obbligo di legge che rende tutto burocratico e complicato (l’ho pensato anche io) ma riflettendo più attentamente, intravedo in questa decisione un potenziale aiuto agli e-commerce europei, che ora vedono la possibilità di dare più fiducia ai consumatori, che possono utilizzare questo nuovo strumento in caso di controversie: ODR, ovvero risoluzione online delle controversie.

L’obbligo è entrato in vigore nel 2016, dove chi è titolare di un’e-commerce che vende beni e/o servizi in Europa a clienti residenti nell’Unione Europea deve inserire nel proprio sito web il link al nuovo strumento di risoluzione delle controversie (ODR).

 

Che cos’è ODR: risoluzione online delle controversie?

ODR (“risoluzione online delle controversie”) è un processo che permetterà ai consumatori residenti nel territorio dell’Unione Europea di presentare i propri reclami relativi a contratti stipulati online (sia per l’acquisto di beni che di servizi) con aziende con sede nella UE. Ai sensi dell’art. 14 del Regolamento 524/2013/EU, tali società sono tenute ad informare i propri utenti della possibilità di avvalersi di tale strumento ed a rendere disponibile sul proprio sito il link alla cosiddetta “piattaforma ODR” (Online Dispute Resolution) fornita dalla Commissione Europea.

In sintesi, l’obbligo di informare gli utenti del sito sorge quando:

  • un’azienda ha sede nella UE e vende beni o servizi online;
  • essa vende a consumatori europei (residenti nella UE).

(Cit Iubenda)

Ora come adempiere a questa normativa?

Le alternative sono molteplici:

  1. chiedete una consulenza ad un legale esperto di e-commerce;
  2. se avete attivo il servizio di generatore di privacy policy di Iubenda potete far riferimento al loro articolo (riportiamo qui di seguito come anno affrontato loro la questione);
  3. sempre tramite Iubenda potete utilizzare i loro legali per redigere dei termini e condizioni specifici per il vostro sito ad un prezzo abbordabile.

Di seguito un’estratto dell’articolo del blog di Iubenda dove suggerisce come aggiornare i termini e condizioni per adeguarsi alla normativa.

Risoluzione online delle controversie per i consumatori
Il consumatore residente in Europa deve essere a conoscenza del fatto che la Commissione Europea ha istituito una piattaforma online che fornisce uno strumento di risoluzione alternativa delle controversie. Tale strumento può essere utilizzato dal consumatore europeo per risolvere in via non giudiziale ogni controversia relativa a e/o derivante da contratti di vendita di beni e servizi stipulati in rete. Di conseguenza, se sei un consumatore europeo, puoi usare tale piattaforma per la risoluzione di ogni disputa nascente dal contratto online stipulato con il Titolare. La piattaforma è disponibile al seguente link (http://ec.europa.eu/consumers/odr/
).

Il Titolare è disponibile a rispondere ad ogni quesito inoltrato via email all’indirizzo email pubblicato nel presente documento. 

 

Se invece non hai ancora generato la privacy policy (e adeguato il tuo sito alla cookie law) puoi leggere:

Iubenda: adeguare il tuo sito alla cookie law.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Federico Aggio

Federico Aggio

il tuo sito web
in promozione

da €499

Richiedi la promozione

Mancano ancora

Giorni
Ore
Minuti
Secondi