Come scegliere il dominio? Alcuni consigli

Scegliere il nome del dominio è una di quelle attività di progettazione di un sito che si tende a sottovalutare ma che, nel momento della registrazione, lasciano riflettere più di quanto si ritenesse fosse necessario.

Sono molti i parametri da tenere in considerazione nel momento in cui registri un dominio e non ci sono regole assolute: dovrai dosarle e regolarle a seconda del caso.

Azienda o persona?

Il primo parametro che devi tenere in conto è l’argomento del sito web: è un’azienda o è una persona? Che tipo di azienda? Vuoi parlare di lavoro o di passioni personali?

Spesso le attività, specie quando molto piccole, si identificano molto con il proprietario, a volte portano il suo cognome, mentre altre hanno un vero e proprio nome che può essere utilizzato. Se non è specificato il campo di attività nel marchio, lo si può fare nel momento in cui si registra il dominio.

Pensare di registrare il dominio con la stessa ragione sociale dell’impresa potrebbe essere una buona idea, specie se è un’impresa già conosciuta ai più.

Se invece il sito è per una persona è buona regola capire se è per esempio un professionista e quanto affermato: in questo caso potrebbe bastare il suo nome e cognome; mentre per qualcuno che ha iniziato da poco tempo, o sta iniziando ora la propria attività, potrebbe esser utile scegliere il proprio cognome affiancato dalla propria professione.

In caso il sito sia sì personale, ma parli di una passione o di un hobby o comunque non sia direttamente legato a questioni lavorative, si può registrare un nome dominio che sia vicino a questi argomenti e non sia legato direttamente all’anagrafrica di chi lo gestisce.

Un consiglio che danno tutti è che il nome del dominio sia uguale a quello del sito, ovvero quello che si vedrà poi proprio nella pagina web: è una questione di memoria, che permette a chi ti cercherà di ricordare meglio l’indirizzo del tuo sito e di saltare a piè pari i motori di ricerca.

Devi esser memorabile!

Il secondo parametro da rispettare, che vale sempre, per tutti e che guida tutte le altre regole nello scegliere la tua url è che deve essere facile da ricordare.

In genere si sconsigliano gli acronimi, specie se non sono facilmente interpretabili e quindi di difficile memorizzazione. Meglio parole di senso compiuto o che comunque vengono recepite dal nostro cervello come nomi.

Allo stesso modo i trattini: sono ammessi solo quelli alti (- e non _ ) e puoi utilizzarli quando “spezzare” le parole che compongono l’indirizzo è d’aiuto nel ricordarlo.

Si possono utilizzare anche i numeri o parole straniere, ma anche in questo caso non devono essere di ostacolo alla comprensione o alla memorizzazione dell’indirizzo.

Un facile sistema per controllare se un indirizzo web funziona a livello di lettura, interpretazione e memorizzazione è enunciarlo a voce alta (magari con qualcuno che ti ascolta); in questo modo capirai se ci sono problemi:

  • di comprensione di alcune parole: la lettera finale di una e l’iniziale della successiva sono le stesse: quante ne hai messe nell’indirizzo, entrambe o solo una?
  • di numeri: vanno scritti a cifre o in lettere? 14 o quattordici?
  • di ortografia, con parole straniere: bed o bad?

Se non incontri nessun problema nel pronunciarlo, hai buona probabilità che sia l’indirizzo giusto!

Non ti resta che controllare che sia disponibile e registrarlo prima che lo faccia qualcun altro.

E le keyword?

La questione delle keyword nel nome dominio è controversa: alcuni dicono che assolutamente sì, ci deve essere almeno la keyword più importante, per esser meglio indicizzati da Google.
Alcuni suggeriscono che le parole chiave debbano essere almeno tre.
Altri dicono che ai fini del posizionamento non è necessario.

Qual è la verità?
In genere sta nel mezzo: se è funzionale agli altri parametri di cui abbiamo parlato e serve anche a livello di disponibilità dell’url, la keyword ti dà un’opportunità in più per la scelta del miglior nome dominio.

A questo punto, devi solo scegliere l’estensione, registrare il dominio e decidere il piano hosting migliore per il tuo sito web.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Alessia Anardu

Alessia Anardu

Web Marketing & Social Media Artisan - Wannabe Digital Strategist - Ambivert

il tuo sito web
in promozione

da €499

Richiedi la promozione

Mancano ancora

Giorni
Ore
Minuti
Secondi